DicembreMacerata, lì 11 dicembre 2020

https://www.businessblog.it/wp-content/uploads/2020/12/Webp.net-resizeimage-6.jpg

“Non facciamo quello che vogliamo e tuttavia siamo responsabili di quel che siamo.

…caduta libera

Una corsetta mattutina è d’obbligo stamattina. Anche se l’aria è piuttosto frizzantina, fare dello sport aiuta a mantenere la concentrazione al lavoro e sicuramente aiuta il corpo a stare più in armonia con sé stesso.
Devo dire che mi serve anche per sfuggire da questo marasma di informazioni che circolano quotidianamente.

Tra i dpcm e le notizie che ci arrivano dai telegiornali e dai social media, non si sa più dove sbattere la testa…

LA CONFUSIONE REGNA SOVRANA

Il vaccino c’è o non c’è? È obbligatorio oppure no? Che si fa a Natale?

Tante domande e ancora tanta incertezza. E proprio in questo momento di maggiore difficoltà, circolano voci su una questione preoccupante: il sistema democratico sta retrocedendo, non solo in Europa ma in tutto il mondo.

Che significa che la democrazia è in recessione?

La recessione democratica si riferisce al declino della democrazia liberale o alla forza delle istituzioni democratiche nei paesi che in precedenza avevano un livello più elevato di libertà e democrazia.
Il termine, coniato dallo scienziato politico Larry Diamond, è analogo alla recessione economica che si riferisce a un declino dell’economia.

Un dibattito infiammatosi negli ultimi tempi e che gli studiosi attualmente discutono se effettivamente si possa parlare di una recessione democratica globale sia in corso

Proprio quest’anno Diamond ha affermato che il COVID-19 stava accelerando la recessione democratica.

Certamente non si può dire che quest’anno non sia stato movimentato: le crescenti proteste, l’affermazione di partiti politici definiti “populisti” ai vertici di molti Paesi dell’UE, l’uscita del Regno Unito dall’Unione, l’instabilità economica e naturalmente la diffusione del Covid-19 sembrano aver accelerato questo processo.

Inoltre le misure di austerità adottate per fronteggiare il disagio economico sembra che abbiano avuto effetto contrario a quello voluto, facendo acuire la rabbia popolare per il peggioramento della disuguaglianza sociale e degli standard di vita.

Così lo sviluppo dei social media ha sì rivoluzionato il modo di comunicare ma al contempo ha aperto le sue porte a una valanga di informazioni determinando una difficoltà di percezione tra ciò che è vero da ciò che invece non lo è (fake news), gettando le basi per un cambiamento persino nella partecipazione democratica.

LA BATTUTA D’ARRESTO

è stata poi causata dal virus che ha messo i cittadini di tutto il mondo di fronte a una vera prova di forza: periodi altalenanti di lockdown e isolamento forzato uniti, in alcuni casi, alla perdita di persone care e a una terribile recessione che ha investito ogni categoria lavorativa.

Quindi ecco che vediamo profilarsi due situazioni parallele: se da una parte si cerca di trovare una soluzione economica per favorire la ripresa di ciascun Paese membro, dall’altro la pandemia sembra essersi profondamente radicata in tutto il sistema politico e sociale.

NESSUNA SOLUZIONE SEMPLICE A UN PROBLEMA COMPLESSO

Quello che si prospetta nei prossimi mesi è assai arduo poiché si vuole salvaguardare l’economia eppure al contempo si deve cercare di tutelare la salute a discapito di ogni altra cosa.

Come faremo a gestire tutto mi chiedo non so….

Una soluzione semplice alla questione non c’è, ma forse con il passare dei giorni, delle settimane e dei mesi si potrà vedere effettivamente se esiste o meno uno spiraglio di luce che credo tutti noi auspichiamo più di ogni altro desiderio e che quotidianamente non ci fa perdere la speranza nel domani.

Diario di:
una Dott. Comm.
Macerata:
11/12/2020
Hashtag:
#democrazia #recessione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

https://www.businessblog.it/wp-content/uploads/2020/03/logo_footer_white.png

Seguimi su:

Seguimi su:

Copyright by Fabiola Pietrella. All rights reserved.
Le indicazioni che troverete in questo sito non possono essere considerate consulenze professionali, ma semplicemente la trattazione di una normativa o di un caso di studio specifico.

Copyright by Fabiola Pietrella. All rights reserved.

Le indicazioni che troverete in questo sito non possono essere considerate consulenze professionali, ma semplicemente la trattazione di una normativa o di un caso di studio specifico.