MaggioMacerata, lì 13 maggio 2020

“È impossibile vincere le grandi scommesse della vita senza correre dei rischi, e le più grandi scommesse sono quelle relative alla casa e alla famiglia”.

Era Roosevelt a dirlo. Il Presidente degli Stati Uniti d’America e Premio Nobel per la Pace già all’inizio del secolo scorso aveva intuito la madre di tutti gli investimenti, incubatrice di spiritualità ed attrazione delle maggior soluzioni affaristiche: il mattone.

E nell’economia reale è molto più di questo: spinge il primo di tutti i mercati, quello dell’edilizia, capace di incidere direttamente su consumi, risparmi e ricchezza non solo di lavoratori, famiglie ed imprese ma di interi Paesi.

Per i più, la casa è il più rassicurante di tutti gli investimenti: niente volatilità del mercato, sicurezza, stabilità, e risponde ai cinque sensi: si può vedere, toccare, se ne percepisce l’odore, si beneficia del suo silenzio, insomma “dà gusto” averne una propria. Per i romantici la casa è un approdo, un traguardo e soprattutto un luogo da abitare per la crescita personale e collettiva.

Per tutti però la casa è un enigma. Comprare o ristrutturare?

Mentre comprare un immobile appena costruito porta con sé innumerevoli vantaggi perché si acquista qualcosa di nuovo e mai abitato; la ristrutturazione oggi diventa il simbolo di scelte strategicamente economiche, sociali ed ambientali. Del resto, con la nostra insana abitudine di arricchirci smodatamente di cose oltremodo piacevoli, abbiamo finito per cementare il nostro pianeta, rendendolo grigio, desertificandolo e privandolo dei suoi polmoni.

Oggi quindi è necessario essere al contempo green, abili risparmiatori ed attenti investitori. Lo sa bene Maria, storica cliente del mio studio.

Il suo piccolo appartamento di una nota località balneare, status symbol della media ed alta borghesia del centro Italia, si è dimostrato inadeguato alle nuove esigenze che la pandemia ha creato.  Maria vuole spazio, vuole il verde, vuole una casa bella e confortevole: il tutto spendendo il meno possibile. In Maria si ritrova l’identikit del “cliente medio”: vogliono guadagnare tanto, spendere poco e soprattutto pagare meno tasse.

Un’equazione che conduce noi professionisti ad eguagliarci a Mago Merlino. Questa volta però, si può davvero cavare il coniglio dal cappello.

Infatti tema di abitazioni, il sismabonus e l’ecobonus possono diventare, e per questo si attende la pubblicazione del Decreto Rilancio, dei super bonus rafforzati: si ipotizza infatti un’aliquota di detrazione pari al 110%.

Sembra che la nuova agevolazione al 110% possa essere fruibile solo se venga garantito il miglioramento di due classi energetiche mediante l’attestato di prestazione energetica – Ape, nel rispetto dei requisiti minimi ambientali (ecobonus) ovvero se si sottoscriva una polizza assicurativa anticalamità nel caso di sismabonus. Tante le novità che potrebbero essere introdotte dal Decreto Rilancio insieme alla possibilità di cedere i crediti di imposta agli intermediari bancari e finanziari e con la facoltà di optare per lo sconto in fattura.

Ci si chiede quale sarà il tetto massimo di spesa ammissibile (gira la voce sull’importo di € 30.000,00 o 60.000,00) e quindi il quantum massimo agevolabile che potrà essere portato in detrazione ed i tempi da rispettare che pare non siano stati modificati.

Si attende quindi il Decreto che rilancerà l’edilizia, i consumi e l’ambiente. A voi la scelta: verde o grigio?

Stasera c’è stata una conferenza stampa di Conte che ha spiegato un po’ questo nuovo decreto. Domani credo che sarà il delirio per leggerlo (qualora esca la versione definitiva) e per spiegarlo.

Facciamoci forza.

Se vuoi sapere come far ripartire la tua attività in tempi di crisi manda un whatsapp al numero 379 1186047, una mia collaboratrice ti richiamerà spiegandoti la mia strategia e come lo studio della crisi e dell’insolvenza mi ha insegnato a curare le aziende.

Diario di:
una Dott. Comm.
Macerata:
13/05/2020
Hashtag:
#casa #comprare #ristrutturare #agevolazioni #bonus #edilizia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

https://www.businessblog.it/wp-content/uploads/2020/03/logo_footer_white.png

Seguimi su:

Seguimi su:

Copyright by Fabiola Pietrella. All rights reserved.
Le indicazioni che troverete in questo sito non possono essere considerate consulenze professionali, ma semplicemente la trattazione di una normativa o di un caso di studio specifico.

Copyright by Fabiola Pietrella. All rights reserved.

Le indicazioni che troverete in questo sito non possono essere considerate consulenze professionali, ma semplicemente la trattazione di una normativa o di un caso di studio specifico.