MaggioMacerata, lì 19 maggio 2020

“La tua visione diventa chiara solo quando guardi dentro il tuo cuore. Chi guarda fuori, sogna. Chi guarda dentro, si sveglia”.

Oggi è stata una giornata piuttosto movimentata. Dopo una mattinata passata in studio a sbrigare alcune questioni mi sono dedicata ad ascoltare un responsabile gestionale di un cliente per confrontarsi con me sulla situazione economica attuale, ma non solo. Una lunga ma illuminante chiacchierata che fa riflettere molto…

Paolo è manager di una società finanziaria che contemporaneamente cura una parte a me cara, equilibrio aziendale grazie alla meditazione.

“Sai Fabiola ho trovato l’ispirazione per un libro da scrivere. Vorrei trattare del connubio tra meditazione e azienda. Lo so che è un argomento che ti interessa, ne hai scritto anche tu su Fiscologia. Entrando in questo mondo ho scoperto moltissime cose interessanti che mi aiutano sia nel lavoro che nella vita privata”.

Nel suo lavoro Paolo si occupa di molteplici mansioni tra cui attività di assunzione di partecipazioni, prestazione di servizi di pagamento e intermediazione in operazioni di cambio.
Un lavoro piuttosto intenso!
Per caso ha scoperto la meditazione che pratica ormai da diversi anni e che gli ha permesso di approfondire la sua analisi personale.

E questi due elementi oramai fanno parte integrante della sua vita. Mi ha colpito molto questo suo racconto, non solo perché come lui sono tremendamente interessata alla pratica meditativa, ma perché riesce ad applicarla al personale contesto aziendale dove solitamente non immaginiamo un ambiente stabile e tranquillo ma piuttosto competitività, impegno e gran  movimento che mettono alla prova il nostro essere.

Mi racconta di aver capito che questi elementi non devono essere completamente demonizzati, ma devono essere una spinta positiva che ci guida nelle nostre azioni slegate dall’esclusiva ricerca di un guadagno personale. E’ vero.
Condivido che anche nelle scelte che facciamo dobbiamo tener conto della razionalità che non è sempre l’unica componente da considerare. Spesso dobbiamo scegliere non tanto sulla base della realtà delle cose, quanto sul profilo spirituale, senza dunque dimenticare del tutto quello che il nostro cuore e la nostra passione ci dicono dal profondo.
E allora come si fa a cambiare la visione delle cose? Come è possibile non appoggiarsi solamente alla razionalità?

“I problemi vanno analizzati in modo distaccato. Si sa che chi esercita professioni quali lo psicologo, il medico o l’avvocato non deve farsi coinvolgere dalla condizione della persona che chiede aiuto ma osservare il problema con occhi distanti e con estrema lucidità. Ed è qui che entra in gioco la meditazione, per aiutare la mente a funzionare a un livello più alto”.

Ognuno cerca di fare il proprio meglio con le proprie forze, consapevoli che non sempre ciò che si fa andrà a nostro favore. Per questo la fiducia è un altro importante elemento che, in alcuni casi si rischia di perdere…tutti sbagliamo, ma esserne coscienti può essere una grande forza.  Coscienza che va educata così da poter esaminare la realtà senza essere condizionati e senza criticare.
Quando si sbaglia dunque non dobbiamo perderci d’animo, ma imparare da questa esperienza per comprenderne gli errori.

“Ho capito che anche se il nostro modo di vivere è basato sulla materialità e sull’idea di apparire, non significa che non si possa trovare un punto di equilibrio con il nostro essere, raggiungibile solo ribaltando tutte le considerazioni fatte sin’ora per dare più importanza alla vita in sé. Il segreto non è avventurarsi per cercare delle risposte fuori, ma trovarle nel nostro inconscio”.

Un interessantissimo approfondimento, oserei dire un dono per chi è appassionato a queste tematiche. Abbiamo toccato alcuni punti rilevanti a cui trovo immediata attinenza con la mia realtà lavorativa. Credo che tutti noi dovremmo avvicinarci a questa pratica, che ci aiuta ad avere una concezione diversa delle cose, non solo a lavoro. La meditazione è un arricchimento che non ci distacca dalla realtà ma anzi ci tiene con i piedi per terra e ci aiuta a comprendere meglio la realtà che ci circonda.

Faccio un respiro profondo e medito prima di andare a dormire. In questo periodo la meditazione per me è stata un’ancora di salvezza.

Se vuoi sapere come far ripartire la tua attività in tempi di crisi manda un whatsapp al numero 379 1186047, una mia collaboratrice ti richiamerà spiegandoti la mia strategia e come lo studio della crisi e dell’insolvenza mi ha insegnato a curare le aziende.

Diario di:
una Dott. Comm.
Macerata:
19/05/2020
Hashtag:
#meditazione #equilibrio #consapevolezza

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

https://www.businessblog.it/wp-content/uploads/2020/03/logo_footer_white.png

Seguimi su:

Seguimi su:

Copyright by Fabiola Pietrella. All rights reserved.
Le indicazioni che troverete in questo sito non possono essere considerate consulenze professionali, ma semplicemente la trattazione di una normativa o di un caso di studio specifico.

Copyright by Fabiola Pietrella. All rights reserved.

Le indicazioni che troverete in questo sito non possono essere considerate consulenze professionali, ma semplicemente la trattazione di una normativa o di un caso di studio specifico.