GiugnoMacerata, lì 25 giugno 2020

È molto più facile […] essere un eroe che un galantuomo. Eroi si può essere una volta tanto; galantuomini, si dev’esser sempre.

…è tutta una questione di etichetta

Bisogna che tengo sempre a mente che non si è mai troppo grandi per imparare. Dai clienti che incontro ho sempre qualcosa di nuovo da aggiungere al mio bagaglio personale.

Così è anche quando mi pongo di fronte ad una platea – ora digitale – che ti osserva e che attende che tu conduca una lezione.

Questi mesi sono stati un po’ un esercizio per molti insegnanti e per professionisti che, come me, si sono interfacciati a degli schermi.

Non sono mancati i miei studi e approfondimenti sulla conduzione e gestione di un webinar…….è importante anche in questi casi avere la giusta energia, rimanere carichi per tutto l’incontro senza perdere di vista l’idea che non ti trovi in un’aula dove facilmente

LEGGI LE MENTI DEI TUOI ASCOLTATORI

ma sei in un luogo dove è più complesso interpretare le reazioni e avere dei feedback su ciò che sto dicendo. Non è facile riuscire a bilanciare le pause ai momenti di discussione e spiegazione, per creare un buon rapporto con chi si ha davanti (ossia con le piccole “foto” delle persone sullo schermo).

Mi ripeto: ora non sei più nella tua comfort zone e devi saper nuotare in acque oscure e profonde!

Vediamo qualche regola per aiutarci nell’ottenere il webinar perfetto, o quasi.

Essendo una modalità video, occorre essere certi di avere

MICROFONO, TELECAMERA, LUCI…CIAK SI GIRA!

Questi tre elementi sono indispensabili per poter condurre un webinar. Mai avere una finestra alle spalle, piuttosto meglio averla di lato altrimenti si può accendere una lampada da tavolo.
Occorre inoltre essere in perfette condizioni anche con

Trucco e parrucco: make-up, capelli in ordine etc.

Per lo sfondo invece sarebbe bene sceglierne uno neutro, un muro bianco oppure un mobile (es una libreria) senza che però vengano messi in mostra troppi elementi personali. Assolutamente no il divano!

Affrontiamo un altro aspetto cruciale: il dress code. Vivamente sconsigliato vestirsi a metà (eleganti sopra e pigiama o pantaloncini sotto). Bisogna vestirsi come se ci si recasse in ufficio, scegliendo magari un abito non troppo sgargiante.

Infine essendo i conduttori del webinar, per evitare spiacevi equivoci o malfunzionamenti tecnici, è sempre bene collegarsi un po’ prima controllando che sia tutto a posto. Un modo anche per salutare le persone man mano che entrano mantenendo il contatto oculare rivolto verso la telecamera, non lo schermo.

È piuttosto irritante se parlo mentre guardo altrove: se si fa una ricerca veloce in rete o sistemare qualcosa che non va nelle vicinanze è bene comunicarlo durante la call.

Va inoltre comunicata sempre la modalità di connessione dei partecipanti: con o senza video, microfono on oppure off. Chiamare per nome e guardarli attraverso la webcam aiuta molto nella comunicazione rassicurando, in un certo senso, anche l’interlocutore.

Da non dimenticare mai la chat di gruppo, che va costantemente seguita qualora vengano poste delle domande. È possibile gestirle sia durante la presentazione che a fine incontro.

Insomma per me….diciamo la verità….è molto più complicato fare webinar che avere rapporti interpersonali!

Diario di:
una Dott. Comm.
Macerata:
25/06/2020
Hashtag:
#webinar #perfetto #gestione #conduzione #regole

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

https://www.businessblog.it/wp-content/uploads/2020/03/logo_footer_white.png

Seguimi su:

Seguimi su:

Copyright by Fabiola Pietrella. All rights reserved.
Le indicazioni che troverete in questo sito non possono essere considerate consulenze professionali, ma semplicemente la trattazione di una normativa o di un caso di studio specifico.

Copyright by Fabiola Pietrella. All rights reserved.

Le indicazioni che troverete in questo sito non possono essere considerate consulenze professionali, ma semplicemente la trattazione di una normativa o di un caso di studio specifico.