MaggioMacerata, lì 28 maggio 2020

Se vuoi sapere come far ripartire la tua attività in tempi di crisi manda un whatsapp al numero 379 1186047, una mia collaboratrice ti richiamerà spiegandoti la mia strategia e come lo studio della crisi e dell’insolvenza mi ha insegnato a curare le aziende.

“Diciamo tutto in una parola sola o in una sola parola tutto nascondiamo?”.

Un’altra storia di disastro!

Mi chiama Laura. Con lei ci conosciamo da anni. È nell’ambito della ristorazione – ha ben tre ristoranti- è una socia di una snc con il marito. Laura chiama la mia reception, le segna un appuntamento della mia agenda e viene in studio da me.

Rispetto misure contenimento Covid

(misurazione della temperatura, firma entrata, mascherina…)

Eccola in studio di fronte a me e al mio pannello di plexiglass.

So che il marito è un cuoco rinomato…Laura non ha bisogno di raccontarmi chi sono?

Esordisce quindi con questo: “Siamo sul lastrico! E la banca non ci vuole finanziare!”

Resto abbastanza sconvolta, ma cerco di nascondere la mia reazione.

Ma i ristoranti rendono? Avete mai controllato i margini?

Mi risponde con una sicurezza spiazzante!

“Certo che i ristoranti tengono controllo dei conti ogni giorno. Ed è per questo che abbiamo deciso di aprire altri due ristoranti negli ultimi anni!”

Hanno fatto tanti investimenti

per aprire i ristoranti, anche questo è vero, ma mi sto già chiedendo per quale motivo la banca non li finanzierebbe.

Ma viene fuori che non sono stati redatti i business plan per i due nuovi ristoranti e che il bilancio non lo vedono mai, perché lei guarda ogni giorno i numeri.

Le chiedo subito se lei però esamina i flussi di cassa – visto che hanno fatto degli investimenti negli ultimi anni) e come si sono finanziati per aprire questi ristoranti.

Mi dice che hanno utilizzato i fidi con la sensazione che in breve tempo sarebbero rientrati, visto che i ristoranti danno un buon utile.

L’ERRORE DI MOLTI IMPRENDITORI DI MOLTI COMMERCIALISTI

è non esaminare i flussi di cassa.

L’impresa ha un flusso circolare di moneta: in cassa, paga i debiti, ha (e deve avere) un residuo di cassa.

Laura non sa nemmeno di cosa sto parlando, non gestisce la cassa in entrata e in uscita e non si sa rispondere quando le chiedo i suoi impegni previsti da qui fino almeno alla fine del 2020.

E così ci sono casi in cui hai l’impressione di vendere tanto e di lavorare tanto

….e invece…

guarda un po’, rischi di SALTARE!

È ovvio che non è importante controllare solo la contabilità, anzi, diciamolo pure 2+2 lo sanno fare tutti!

SE MANCA LA CASSA CHIUDI!

Quante volte il curatore fallimentare ha visto aziende con questa situazione.

E allora in questo caso la colpa non è delle banche! E si aggiunga che i ristoranti non incassano a novanta giorni, ma quotidianamente.

LA SITUAZIONE È ANCORA PIÙ GRAVE E QUI NON BASTA NEMMENO IL CONTROLLO DI GESTIONE

di cui molti si riempiono il fiato. Qui bisogna vedere bene dove va la cassa!

“Non è che per caso utilizzate il cassetto per pagare le bollette di casa o per pagare il corso di pianoforte di vostra figlia o per andare a comprare le sigarette?”

Laura arrossisce e mi conferma che questo veramente è un problema: sono così abituati a mettere le mani nel cassetto, che non si rendono conto di quanto spendono per la famiglia.

ERRORE MADORNALE

Eh lo so che è una notizia proprio amara, ma non si può continuare così! La colpa non è delle banche, ma di chi vi consente di non tenere separate le vostre vite private da quella dell’impresa.

In altri termini VOI avete svuotato l’impresa.

Laura si giustifica dicendo che hanno due figli, esigenze varie e poi lavorano tanto, cercano di godersi un po’ la vita. Io rispondo che

NON FUNZIONA COSI’

Per nessuno. Si spende in famiglia quello che è possibile spendere. Il cassetto è dell’azienda, non della famiglia!

Poi mi racconta di un GURU che invece avrebbe proposto di risolvere tutti i loro problemi con un bel controllo di gestione e con conoscenze in banca. Il tutto al modico prezzo di € 15.000,00.

Ecco il classico mago con la bacchettina magica!

Ma qui non hai da fare un controllo di gestione dell’azienda, qui hai da fare un bel cash flow ed educare finanziariamente voi come imprenditori.

Non ci sarà banca che vi finanzierà senza un esame dei vostri flussi di cassa.

E sapete perché? Perché di sicuro nel vostro bilancio c’è un

Esagerato prelevamento soci!

Evito di raccontare (per non terrorizzare interiormente) quello che può succedere da un punto di vista fiscale ci arriveremo più in là, ormai tanto il dado è tratto!

Ma alla fine questa impresa ce la farà?

Vediamo, io e il mio staff ci mettiamo subito a lavoro, ma sempre se i soci comprenderanno il VALORE DELLA CASSA.

Se vuoi sapere come far ripartire la tua attività in tempi di crisi manda un whatsapp al numero 379 1186047, una mia collaboratrice ti richiamerà spiegandoti la mia strategia e come lo studio della crisi e dell’insolvenza mi ha insegnato a curare le aziende.

Diario di:
una Dott. Comm.
Macerata:
28/05/2020
Hashtag:
#dimenticanza #analisi #cashflow #lettura #bilanci #spese #educare #finanziariamente

2 comments

  • Guru

    31 Maggio 2020 at 00:29

    Ammazzati

    Reply

    • Fabiola Pietrella

      12 Giugno 2020 at 14:48

      Probabilmente lei è migliore di noi

      Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

https://www.businessblog.it/wp-content/uploads/2020/03/logo_footer_white.png

Seguimi su:

Seguimi su:

Copyright by Fabiola Pietrella. All rights reserved.
Le indicazioni che troverete in questo sito non possono essere considerate consulenze professionali, ma semplicemente la trattazione di una normativa o di un caso di studio specifico.

Copyright by Fabiola Pietrella. All rights reserved.

Le indicazioni che troverete in questo sito non possono essere considerate consulenze professionali, ma semplicemente la trattazione di una normativa o di un caso di studio specifico.