GiugnoMacerata, lì 4 giugno 2020

“Nel prepararsi per una battaglia ho sempre scoperto che i progetti sono inutili, MA LA PIANIFICAZIONE E’ INDISPENSABILE”.

…..la prossima grande mossa

In questo momento è come se avessimo paura di fare qualsiasi mossa. Se nella normalità capita già spesso di avere momenti di dubbio e confusione, figuriamoci in questa situazione incerta!

Un giorno siamo felici di tutto quello che abbiamo, siamo appagati del nostro lavoro e delle nostre attività quotidiane, poi il giorno dopo ci svegliamo e cominciamo a chiederci:

“ma sono veramente felice della mia vita?”

Ma sì, ci siamo passati tutti, nessuno è così sicuro di sé dall’essere immune da questi pensieri. Anche perché con la nostra vita possiamo fare veramente un milione di cose!

Raggiungere grandi risultati richiede grandi mosse, azioni forti, a volte perturbanti!

Ma bisogna guardare in faccia la realtà. E mettere a fuoco cosa bisogna fare.

RITIRATA TATTICA?

In questa situazione ci saranno imprese che fingeranno un piano d’azione. Sono in situazione svantaggiata o in terreno difficile. Così come in una guerra, in questi casi la forza in difesa potrebbe utilizzare tattiche ritardanti per impedire il proprio inseguimento da parte degli attaccanti.

Ma che significa?

Tra un po’ la pagina del mio diario si accartoccia su sé stessa.

Cosa ha a che vedere questo con l’impresa?

In guerra la ritirata tattica include la preparazione di campi minati, trappole prima o durante la ritirata stessa, o in extremis condurre il nemico in una zona esposta ad un attacco di artiglieria.

Ora ci arrivo al collegamento con l’impresa.

Tutti sanno che nel 2020 doveva andare in vigore il nuovo codice della crisi e dell’insolvenza, insomma la riforma della legge sui fallimenti.
Il nuovo codice prevedeva meccanismi di allerta per le aziende che non presentassero indici economici e/o finanziari congrui a certi parametri di salute imprenditoriale.

Parecchi studi statistici ci avevano già preannunciato che le aziende italiane non avrebbero retto il colpo!

Molte aziende erano già in forte tensione finanziaria e non presentavano bilanci con utili soddisfacenti.

La preoccupazione era già che molte imprese sarebbero state sottoposte a procedure di osservazione.

L’entrata in vigore del nuovo codice della crisi e dell’insolvenza è stato prorogato a settembre 2021…..oltre un anno di proroga.

Cosa potrebbe succedere allora? Se le aziende erano già in crisi a.Co. (avanti Covid), poi come faranno a percorrere in modo sano la loro strada?

Ecco perché parlo di ritirata tattica al momento opportuno con rischio assoluto per tutti coloro che intrattengono rapporti con queste imprese!

Sarebbe pensabile che qualcuno prepari la mossa del colpaccio?

In che senso? Qualcuno mi chiede.

Nel senso che dobbiamo essere molto molto attenti agli incassi, a tenere sotto controllo che le commesse che abbiamo non siano pericolose in termini di esigibilità e che ci producano un congruo utile, così da evitare gli imprevisti.

Se qualcuno si preparerà a piani di chiusura delle aziende (usando la scusa del Covid), tenterà di rastrellare il massimo….della serie mors tua, vita mea. E coloro che saranno abituati a ragionare come in passato (…..ma sì dai tanto poi mi pagherà) saranno trascinati nel fango.

Immagine troppo disastrosa?

Questo lo vedremo. Ma è certo che non possiamo più vivere senza prevedere eventuali mosse negative degli altri. Non è possibile aspettare che le cose buone avvengano mentre stiamo vivendo una vita comoda.

Spesso quello che ci succede dipende dall’esterno, ma ci dobbiamo proteggere e dire addio a vecchie credenze magari utili in una fase precedente di vita, ma non più ora che gli obiettivi sono cambiati.

STARE SULLE SPINE

Ma si può vivere una vita così? Io rispondo, per forza, ora più che mai.

Quindi ci dobbiamo contornare di persone capaci, di persone che hanno una visione molto più ampia della situazione e che sono informate di tutte le opportunità (e i rischi) che il mercato ci offre.

Se invece non facciamo nulla…..rischiamo tantissimo!

La vita è dinamica e richiede di adattarsi continuamente!

STATTE ACCORTE o KEEP CALM AND STATT?

Questo è il dilemma!

Diario di:
una Dott. Comm.
Macerata:
04/06/2020
Hashtag:
#strategia #difesa #ritiratatattica

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

https://www.businessblog.it/wp-content/uploads/2020/03/logo_footer_white.png

Seguimi su:

Seguimi su:

Copyright by Fabiola Pietrella. All rights reserved.
Le indicazioni che troverete in questo sito non possono essere considerate consulenze professionali, ma semplicemente la trattazione di una normativa o di un caso di studio specifico.

Copyright by Fabiola Pietrella. All rights reserved.

Le indicazioni che troverete in questo sito non possono essere considerate consulenze professionali, ma semplicemente la trattazione di una normativa o di un caso di studio specifico.