AgostoMacerata, lì 6 agosto 2020

https://www.businessblog.it/wp-content/uploads/2020/08/Webp.net-resizeimage.png

“Il meglio del meglio non è vincere cento battaglie su cento bensì sottomettere il nemico senza combattere.

…la performance è tutto

Il corso in Copywriting che sto seguendo suggerisce utili spunti per una precisa e mirata scrittura del testo o della comunicazione da pubblicizzare.
In particolare segnala di evitare come la peste tutto ciò che è inutile e potenzialmente nocivo al cliente destinatario dello scritto per la stipula di un contratto o, più semplicemente, per la richiesta di un servizio.

QUINDI REGOLA #1

liberarsi dalle zavorre è la prima cosa da fare ma…sappiamo quali sono esattamente?

Nella vendita di un prodotto si cerca di fare di tutto pur di convincere la persona a comprare, ma questo eccesso spesso dà l’effetto opposto ovvero allontanarlo sempre di più da noi.

Invece di cercare di capire quello che si è sbagliato, perché non concentrarsi invece sulla strategia di vendita che si sta adoperando?

Inutile scervellarsi per ripercorrere la formula che si è seguiti, quando il tutto sta nell’applicare la formula giusta di vendita e cercare di non ricadere più negli stessi errori.

Un primo errore da evidenziare è quello del pubblico digitale. Nei social circola una moltitudine di persone che non sono tutti nostri potenziali clienti. Occorre dunque concentrare la propria attenzione su un target specifico e non cercare di accaparrarsi tutto il mondo social e inoltre è consigliabile pubblicare contenuti che risultino interessanti ai potenziali compratori!!

Un secondo orrore inconsapevole concerne la descrizione del prodotto. Ricordarsi sempre non tanto di mettere un prezzo competitivo ma di offrire un prodotto che garantisca delle caratteristiche UNICHE e SUPERIORI rispetto a quello offerto da tutti gli altri

LA RICERCA È TUTTO!

Come ogni venditore che si rispetti, non si vende se non si sonda un po’ il terreno per capire cosa ricerca il mercato attuale.

Per non parlare poi di quelle frasi ricorrenti che sentiamo aleggiare continuamente nell’aria…

“Non sono capace…ci nasci con le qualità di venditore!”

EH NO! Basta mettersi giù a studiare un po’ e vedrete che prima o poi si acquisiranno le abilità di trattare con le persone.

“C’è crisi quindi di sicuro non compra nessuno”

Anche qui un grosso grasso NO. Bisogna adattarsi e aggiornarsi continuamente per poter carpire i segreti del cliente del momento. È difficile sì ma se non ci si muove, non si può sperare di sopravvivere ai momenti difficili o per lo meno di avvantaggiarsi dello stato del momento.

“Più cose sappiamo fare, più clienti avremo”

Mmmm non è proprio così. Può essere in parte vero che fornendo tanti servizi differenti possa essere un elemento caratterizzante, tuttavia quello che il mercato oggi ricerca è la specializzazione, magari in un settore in cui la concorrenza è più carente.

“In fin dei conti, quello che conta più di tutti è il prezzo”

Come già detto, il prezzo non è tutto! Se così fosse occorrerebbe proporre i propri prodotti a prezzi veramente bassi, cosa che invece produrrebbe nel cliente l’effetto opposto che potrebbe invece pensare che sia un prodotto/servizio scadente, di bassa qualità.
Nel proporre il proprio prodotto occorre resistere alla tentazione di ridurre il prezzo, puntando invece verso un’altra strada: illustrare l’elevata qualità e differenziazione di quello che si sta vendendo.

Diario di:
una Dott. Comm.
Macerata:
06/08/2020
Hashtag:
#errori #vendita #regole #ricerca #marketing #cosanonfare

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

https://www.businessblog.it/wp-content/uploads/2020/03/logo_footer_white.png

Seguimi su:

Seguimi su:

Copyright by Fabiola Pietrella. All rights reserved.
Le indicazioni che troverete in questo sito non possono essere considerate consulenze professionali, ma semplicemente la trattazione di una normativa o di un caso di studio specifico.

Copyright by Fabiola Pietrella. All rights reserved.

Le indicazioni che troverete in questo sito non possono essere considerate consulenze professionali, ma semplicemente la trattazione di una normativa o di un caso di studio specifico.