LuglioRoma, lì 14 luglio 2020

https://www.businessblog.it/wp-content/uploads/2020/07/Webp.net-resizeimage-8.jpg

“Tutta la conoscenza che può essere estratta dalla sorgente dell’educazione, contribuisce non solo al benessere del genere umano ed alla realizzazione di opere umanitarie, ma è anche un vero e proprio pilastro che sostiene la libertà della terra.

…c’è chi pensa a noi

Carissimo diario, oggi mi trovo a Roma, fisicamente, ma con la testa è tutta un’altra storia…sto pensando all’ultima consulenza avuta con un cliente qualche giorno fa, il quale sta affrontando non poche difficoltà con il pagamento dell’affitto della propria abitazione dove risiede con la sua famiglia.

Federica lavora come dipendente presso una parrucchieria e durante il Covid è stata messa in cassa integrazione dalla propria titolare a causa della chiusura forzata dell’attività. Suo marito invece è geometra e anche lui ha dovuto ridurre il proprio lavoro a marzo e ad aprile in seguito al lockdown.

UNO SPIRAGLIO DI SPERANZA AFFIORA IN LORO QUANDO

dico loro che c’è la possibilità, entro il 24 luglio, di ottenere dalla Regione Marche un contributo in favore del pagamento dell’affitto. Tale misura è stata aperta anche per gli studenti fuori sede che hanno sottoscritto un regolare contratto di locazione in Regione.

“Che bella notizia dottoressa! Non sa quanto questo possa sollevarmi. Quali sono i requisiti richiesti per poter partecipare?” – mi chiede Federica.

Ovviamente è necessario aver stipulato un contratto di affitto regolare.
Secondo punto: avere un ISEE compreso tra € 12.000,00 e € 39.000,00 circa. E’ una giovane coppia e mi dicono che il loro ISEE non supera questa soglia.

E INFINE

È necessario che vi sia una diminuzione del reddito familiare:

  • la riduzione non inferiore al 20% nel caso in cui il reddito derivi da lavoro dipendente (quindi che entrambi i lavoratori siano dipendenti);
  • la riduzione non inferiore al 30% nel caso in cui i lavoratori siano autonomi;
  • la riduzione non inferiore al 25% nel caso in cui uno dei due soggetti del nucleo familiare sia autonomo mentre l’altro sia dipendente.

Una volta stabilito ciò e una volta accertati tutti i requisiti, sarà possibile ricevere il contributo relativamente ai tre mesi di lockdown (marzo, aprile, maggio).
La fascia contributiva di appartenenza è relativa al numero di abitanti in cui risiede la persona che fa la domanda.

Sono infatti previsti contributi fino a € 180 per i comuni più piccoli, nella fascia intermedia il contributo massimo è fino a € 240 e infine per coloro che abitano nel capoluogo regionale è possibile ottenere fino a € 300.

“Scusi dottoressa, ma il contributo lo posso fare sia io che mio marito o ci sono delle specifiche nel bando?”

Nel bando viene specificato che la domanda può essere fatta solo dall’intestatario del contratto di affitto. La domanda è telematica e va fatta attraverso la piattaforma210, misura 18 accedendo con SPID, CNS oppure con carta identità elettronica abilitata o tessera sanitaria anch’essa abilitata.

Dico loro di fare attenzione….e di accelerare la richiesta….perché i fondi finiscono presto. Ma si lamentano perché nessuno li ha messi a conoscenza di questa opportunità.

Ma chi li avrebbe dovuti avvertire? – mi chiedo.

E qui viene fuori nella mia mente una domanda amletica: ma chi sarebbe che dovrebbe avvertire le famiglie italiane delle opportunità che ci sono?

Forse dovremmo iniziare a considerare che nel nostro Paese bisogna informarsi un po’ di più su tutto. Basta leggere a volte!

Diario di:
una Dott. Comm.
Roma:
14/07/2020
Hashtag:
#bando #regionemarche #sostegno #canone #locazione #affitto #contributi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

https://www.businessblog.it/wp-content/uploads/2020/03/logo_footer_white.png

Seguimi su:

Seguimi su:

Copyright by Fabiola Pietrella. All rights reserved.
Le indicazioni che troverete in questo sito non possono essere considerate consulenze professionali, ma semplicemente la trattazione di una normativa o di un caso di studio specifico.

Copyright by Fabiola Pietrella. All rights reserved.

Le indicazioni che troverete in questo sito non possono essere considerate consulenze professionali, ma semplicemente la trattazione di una normativa o di un caso di studio specifico.