GiugnoRoma, lì 5 giugno 2020

A volte il dubbio è semplicemente una certezza a cui non vuoi credere.

…..si racconta di un celebre entomologo che,

facendo studi sull’udito delle pulci, una volta disse, a gran voce, ad una pulce “Salta” e quella saltò; poi le strappò le zampette e ripetette l’ordine più e più volte in modo sempre più imperativo: “Salta!…..Salta!….Salta!”; ma l’infelice non saltò. Ripetuto scrupolosamente lo stesso esperimento più volte, il celebre entomologo prese la penna e annotò: “La pulce, quando le si strappano le zampette, diventa sorda”.

Era stata considerata una scoperta scientifica all’epoca! Per quelle scoperte i cui errori sono stati già scoperti, oggi è facile ridere.

E’ la trattazione del soggettivismo della scienza sperimentale, soggettivismo che non è nei fatti osservati,

ma nell’interpretazione soggettiva di quello che abbiamo di fronte.

Un incontro oggi con una persona anziana (e di notevole esperienza nel campo della strategia militare) mi ha regalato questo bellissimo ragionamento, che voglio appuntare nel mio diario, perché non si distolga nei meandri della mente e del passare del tempo.

Leonardo – ovviamente nome di fantasia – mi ha regalato la fotocopia di parte di un vecchio trattato (del 1961) della Facoltà di Scienze statistiche dell’Università di Roma dal titolo: “Probabilità e sperimentazione”. All’inizio non ho dato molto peso a queste fotocopie, pensando fossero noiose. Poi ho avuto l’occasione di leggere e ho pensato che il suo regalo non era altro che il seguito di un discorso iniziato insieme. Di una lucidità invidiabile quest’uomo, di quelli che hanno capito che la mente umana ha a volte bisogno di ragionare in solitudine e di arrivare da sola a certi concetti.

Arriviamo a comprendere solo con un ragionamento solitario

arriviamo a capire certi nostri errori solo con uno scatto solitario della nostra mente

ed è per questo che dopo un confronto condiviso con gli altri (assolutamente utile), i ragionamenti vanno elaborati da soli, con la meditazione o la preghiera e con la lettura.

Leonardo mi ha spiegato che ha sempre pensato alle similitudini tra la strategia militare e quella aziendale. Un esercito si comanda come un’azienda.

Mi ha fatto una domanda dirompente: “Lo sai che viviamo in un universo solidale in cui ogni cosa è influenzata da tutte le altre. Allora vuol dire che quello che ci succede non dipende dal nostro volere e che le situazioni varieranno a capriccio dell’universo?”

Domanda terribile per me, per me che credo il mondo delle aziende sia comandato dai numeri, dal pratico e dall’empirico.

In questi ultimi anni (guarda la mia formazione da coach) ho imparato che effettivamente non dipende tutto dai numeri, ma che i numeri sono conseguenza delle nostre azioni. Ma non ho mai ragionato sulle probabilità del caso, su quanto possiamo o meno influenzare le situazioni specifiche.

Vedi, il COVID per molti è qualcosa che è successo, per altri è un cavallo da cavalcare”

Che diavolo significa?

E’ impossibile riprodurre le esperienze, cara Fabiola. Quando tutto è diverso (e lo è sempre), il fatto di tenere un certo numero limitato di fattori ad un livello prestabilito è di ben scarsa importanza: si tratta ogni volta di esperienze diverse ed è naturale che conducano a risultati diversi.

Questo illimitato accumulo di elementi incontrollabili che influenzano la nostra vita (anche quella aziendale) si chiama

CASO

ed è l’elemento che dobbiamo imparare a controllare se vogliamo ottenere qualcosa di significativo dalla nostra vita.

Un caso non è del tutto dettato da eventi imprevedibili.

Un caso è un fatto e un fatto è come un sacco

a seconda di quel che ci metti dentro può assumere un aspetto piuttosto che un altro.

Mica ci ho capito più di tanto….sono sincera, forse non ci arrivo con la testa. Perdonami.

Allora, mi dice Leonardo, facciamoci un’altra domanda: “sappiamo che un certo evento E può essere generato da una serie di cause A,B,C,….. Ci dobbiamo chiedere quale di queste cause ha agito?”

Oh Dio Santo, direi di sì. Credo che l’analisi di quello che è successo diventi importante.

“Ma no, semmai andiamo a cercare la probabilità, a posteriori, che ciascuna di queste cause avesse potuto agire. Facciamo così….te lo spiego in termini aziendali, così comprendi. Un’azienda è in tensione finanziaria, non genera utili da tempo e non paga le imposte da qualche anno. E’ a causa del Covid che andrà in crisi?

Mmmmmm…..posso sprofondare? Ha ragione!

E’ vero che le informazioni si potrebbero avere o non avere, si potrebbero sopravvalutare o sottovalutare, ma quasi tutto dipende da noi.

Si possono razionalizzare le decisioni, esplicitare i limiti e i vincoli, trovare le direttive da impartire…..si può operare nel migliore dei modi, umanamente possibili, ma la componente soggettiva rimane ed è quella più importante.

“Siamo limitati, cara Fabiola, e l’irraggiungibile del perfetto rimane, perché connaturato alla debolezza umana.

Non puoi controllare cosa ti presenta la vita, ma PUOI CONTROLLARE COME REAGIRE”.

E allora qual è la soluzione?

“Ogni progresso umano è un passo in avanti verso questa meta infinitamente lontana. Devi avere una visione dinamica, che dal passato trae insegnamento per rivolgersi all’avvenire. Sii sempre rivolta all’ideale, con la voglia di superarlo, non fermarti al presente immobile, ma con la consapevolezza dei limiti e con la costante presenza di una profonda umiltà”.

Bene, ho capito che non raggiungerò mai la perfezione, nemmeno a 80 anni e che finché vivremo dovremo sempre essere alla ricerca di qualcosa di più alto.

Distrutti i miei sogni di sana calma mentale in vecchiaia!

Grazie però di questo splendido regalo.

Diario di:
una Dott. Comm.
Macerata:
05/06/2020
Hashtag:
#strategiaaziendale #strategiamilitare #casualita #leggecosmica #probabilita #ricerca #perfezione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

https://www.businessblog.it/wp-content/uploads/2020/03/logo_footer_white.png

Seguimi su:

Seguimi su:

Copyright by Fabiola Pietrella. All rights reserved.
Le indicazioni che troverete in questo sito non possono essere considerate consulenze professionali, ma semplicemente la trattazione di una normativa o di un caso di studio specifico.

Copyright by Fabiola Pietrella. All rights reserved.

Le indicazioni che troverete in questo sito non possono essere considerate consulenze professionali, ma semplicemente la trattazione di una normativa o di un caso di studio specifico.